Sessualità in gravidanza | Casualplay

Sessualità in gravidanza

1 Giugno 2016

La sessualità è fonte di salute, piacere, affetto, intimità, sensualità, creatività... Ed è presente per tutta la nostra esistenza, anche se si manifesta in maniera diversa a seconda delle fasi della vita che stiamo attraversando. Due delle tappe più importanti della vita di una donna e del partner sono la gravidanza e il puerperio, durante le quali, esattamente come in altri momenti, la sessualità si esprime in una maniera del tutto singolare.

Molte coppie nutrono dei dubbi sulla sessualità durante la gravidanza. Avere rapporti sessuali può causare dei problemi alla gestazione? Se ne accorgerà il bambino? La gravidanza cambierà la nostra vita sessuale? Benché oggi si parli tanto di sessualità e sembri che ormai sia stato detto tutto, la gravidanza continua ad essere una fase della vita in cui sembra che la sessualità non esista, non se ne parla e non si fa informazione, diventando molto spesso motivo di incertezza. Ecco perché è fondamentale la comunicazione nella coppia e che entrambi i partner sappiano a chi e dove rivolgersi in caso di dubbi.

I fattori legati alla sessualità della donna incinta e del partner sono diversi. Durante la gravidanza, il desiderio sessuale della coppia può cambiare, ma non necessariamente. Può aumentare, diminuire o rimanere invariato. Ogni persona è unica e l’influenza degli ormoni durante la gestazione può modificare il desiderio sessuale. Alcune donne incinte si sentono più attraenti e femminili e, di conseguenza, più sicure di sé, tanto da vivere la gravidanza senza mettere da parte la sensualità. Ad altre, invece, con l’aumento di peso, la stanchezza, le incertezze di questa nuova fase della vita e gli ormoni cala il desiderio.

Anche se, come abbiamo appena sottolineato, non tutte le donne presentano gli stessi cambiamenti fisici, generalizzando, esistono alcuni denominatori comuni:


1° trimestre:

  • Durante l’orgasmo si possono avvertire dei leggeri fastidi all’utero
  • Le grandi e piccole labbra possono essere più gonfie
  • Compaiono più vasi sanguigni nella vagina, pertanto è possibile che durante la penetrazione si verifichino delle lievi perdite di sangue dovute alla rottura di uno di essi (questo fatto non deve essere motivo di preoccupazione e non deve essere confuso con il sanguinamento uterino)

2° trimestre:

  • Di solito aumenta il desiderio sessuale, dato che scompaiono le sensazioni di malessere e ci si abitua alla nuova situazione
  • Si raggiunge l’orgasmo con maggiore facilità

3° trimestre:

  • Difficoltà a trovare una posizione comoda
  • La vagina si sgonfia più lentamente dopo l’orgasmo
  • L’ossitocina è un ormone presente sia durante l’orgasmo che durante le contrazioni del parto, pertanto è normale che dopo l’orgasmo si avvertano delle piccole contrazioni (generalmente non dolorose) che non devono essere confuse con quelle del travaglio e vengono denominate contrazioni di Braxton Hicks.

Le donne non sono tutte uguali, non soffrono per gli stessi cambiamenti e non percepiscono le cose allo stesso modo... E non esistono situazioni migliori o peggiori. Bisogna solamente capire che i cambiamenti ormonali durante la gravidanza producono effetti diversi nella sessualità delle gestanti: mentre alcune donne vedono aumentare la propria libido, altre subiscono l’effetto contrario. Ciò che conta è parlarne con il partner e che entrambi accettino questi cambiamenti modificando, se necessario, il proprio modo di vedere la sessualità. Anche se durante la gravidanza è possibile godersi appieno la sessualità (dopo tutto, il sesso è stato l’inizio di questa nuova fase che entrambi i partner si apprestano a vivere), la donna deve sentirsi totalmente libera di valutare se il proprio desiderio sessuale è diminuito e non sentirsi giudicata per questo.

Infine, è molto importante che la donna incinta conservi la sua capacità erotica e orgasmica. La prima contribuisce a migliorare la sua autostima (al di là di tutti i mutamenti che sta vivendo) e l’armonia coniugale; la seconda aiuta a mantenere l’elasticità e la flessibilità dei muscoli pelvici, importantissimi per il parto.
 

Naiara Celades y Ana Muñoz
Diplomate in Scienze dell’attività fisica e sportiva, specialiste in fitness pre e post-parto e ginnastica addominale ipopressiva

naiara@mamifit.es
rappresentante di MAMIfit, Barcelona

ana.munoz@mamifit.es
rappresentante di MAMIfit, Huesca


www.mamifit.es

Aggiungi un commento

Entradas recientes

23 Giugno 2017

Play mantiene le certificazioni di Gestione della Qualità ISO 9001:2008 e Gestione Ambientale ISO 14001:2004

21 Novembre 2016
Gravidanza

Ricorda la tua gravidanza a colori con il belly painting

1 Agosto 2016
Blog Casualplay

Moda mare per donne incinte

13 Luglio 2016
Blog Casualplay

Recupero post-parto con la ginnastica ipopressiva