Sensazione di portarmi appresso delle “zampe di elefante” | Casualplay

Sensazione di portarmi appresso delle “zampe di elefante”

26 Maggio 2016

Anche se ultimamente dal tempo non si direbbe, la primavera è arrivata. Iniziamo così ad abbandonare i cappotti più pesanti per sostituirli con trench o impermeabili, parka e giubbotti di jeans (sì, uno di quelli che hai nell’armadio da secoli e che, ogni anno che passa, ti piace sempre di più).

Un po’ timidamente, cominciamo ad affrontare il cambio dell’armadio per sostituire gli indumenti e le scarpe con altri più adatti a queste temperature, senza dimenticarci tuttavia, come già vi dicevo, che il caldo non è ancora arrivato per davvero.

Questo quadro rispecchia sicuramente molte donne, ma che dire di noi che siamo incinte?

Il nostro caso è un po’ particolare perché, molto probabilmente (soprattutto se la vostra gravidanza è in stato avanzato, come nel mio caso), anche se il caldo non si è ancora manifestato in tutta la sua potenza, nel nostro corpo le temperature sono alle stelle, ehehe. Il nostro microclima è a sé, diverso dal resto della popolazione, e già la metà dei capi che indossavamo anche solo qualche settimana o un mese fa sono di troppo.

Oggi voglio parlarvi più nello specifico delle scarpe: la mia croce in questo momento. Come sicuramente starà accadendo a molte delle future mamme che mi leggono, soffro di un fastidio molto comune: la tanto temuta e odiata ritenzione idrica. Eh sì, care amiche, è arrivata anche per me! In pratica, questo significa che da qualche tempo non posso più indossare scarpe chiuse.

Ho già riposto stivali, stivaletti e sneakers perché attualmente il massimo a cui posso aspirare sono le ballerine e le scarpe con tacco largo o cubano (fortuna che mi piacciono da sempre! Le ho anche scelte per il mio look da sposa ;))

Devo aggiungere che desidero con tutte le mie forze che le temperature salgano ancora un po’ per poter iniziare a indossare i miei sandali; ho il sospetto che, nonostante i fastidi legati al caldo, diventeranno i miei nuovi migliori amici. O, meglio, i nuovi migliori amici dei miei poveri piedi.

Oltre ad essere decisamente antiestetico, avere dei piedi grandi quasi come la testa (sono davvero enorme ;)) è anche estremamente scomodo e a tratti sgradevole. Per non parlare della pesantezza, dei crampi ai polpacci e della sensazione di portarmi appresso delle “zampe di elefante”, con cui devo convivere e che credo non mi abbandonerà fin dopo il parto.

I miei preziosi alleati? Pazienza in abbondanza, calze a compressione graduata, pressoterapia, massaggi con gel freddo, bagni in acqua e sale e qualche coccola extra. Oltre a rinunciare a mettere i piedi in bella vista e cercare le scarpe più comode possibili, come vi dicevo qualche riga più su ;)

E ora, se vi va, raccontatemi un po’: anche voi avete sofferto di questo problema durante la gravidanza? Come siete riuscite a ridurre i fastidi? Avete qualche rimedio o trucco da condividere e che ci possa aiutare?

María Blasco
www.rojovalentino.com

 

Aggiungi un commento

Entradas recientes

23 Giugno 2017

Play mantiene le certificazioni di Gestione della Qualità ISO 9001:2008 e Gestione Ambientale ISO 14001:2004

21 Novembre 2016
Gravidanza

Ricorda la tua gravidanza a colori con il belly painting

1 Agosto 2016
Blog Casualplay

Moda mare per donne incinte

13 Luglio 2016
Blog Casualplay

Recupero post-parto con la ginnastica ipopressiva